John Collins e Gin Fizz hanno ingredienti identici, quindi su un bancone sembreranno gli stessi. Citando David Wondrich: "Ci sono pochi argomenti nel mondo del bartending così dibattuti rispetto alla distinzione tra Collinses e Fizzes. In particolare, John Collins e Gin Fizz hanno ingredienti identici, che confondono molti baristi". La scuola di pensiero che tende a dominare l'attuale mondo del bartending è che i Collins sono costruiti su ghiaccio o build mentre i Fizzes sono shakerati ma è vero? Passiamo attraverso una serie di rinomati testi / ricette di cocktails e analizziamo le differenze tra queste due bevande molto simili, forse identiche. Steward & Barkeeper's Manual (1869) Questo libro contiene una delle prime ricette di John Collins che è così: - Cucchiaino di zucchero a velo -Il succo di mezzo limone -Un bicchiere da vino di Old Tom Gin -Una bottiglia di soda Shekerare con ghiaccio e aggiungere una fetta di buccia di limone per finire. Jerry Thomas - The Bon Vivant's Companion (2a edizione 1876, 3a edizione 1887) Nella prima edizione (1862), non si fa menzione di Collins o Gin Fizz. Nella seconda (1876) e terza (1887) edizione, ci sono voci per Tom Collins e Gin 'Fiz'.Scopriamo la ricetta del Tom Collins Whisky, edizione 1876 : - 5 o 6 gocce di sciroppo di zucchero -Succo di un limonem piccolo -bicchiere da vino grande di whisky (sostituto con gin per Tom Collins Gin) -2 o 3 pezzi di ghiaccio Shekerare bene e filtrare in un bicchiere grande.Riempire il bicchiere con seltz e bere mentre è effervescente. La ricetta di cui sopra non cambia nell'edizione del 1887 del libro. Sia il libro di Jerry Thomas che il manuale di Steward & Barkeeper elencano Collins come bevanda shakerata. Ora diamo un'occhiata al Gin Fizz. Ricetta Gin Fiz, edizione 1876 (nota come la bevanda è scritta 'Fiz' invece di 'Fizz') : -4 o 5 dash di sciroppo di zucchero - Succo di mezzo limone -1 bicchiere da vino di superalcolico Riempire mezzo bicchiere di ghiaccio tritato, shekerare bene e versare . Riempire il bicchiere con acqua Seltzer da un sifone e bere senza esitazione. Ricetta Gin Fiz, edizione 1887 : -1 cucchiaino di zucchero bianco in polvere - 3 gocce di succo di limone - 1 bicchiere da vino di gin olandese - 1 pezzo di ghiaccio piccolo Riempire il bicchiere con acqua Apollinaris o Seltzer. Mescolare accuratamente e servire. Nota come, nell'edizione del 1876 del libro di Jerry Thomas, il Gin 'Fiz' sia elencato come bevanda shakerata, ma nell'edizione del 1887 la bevanda diventa una bevanda mescolata. Riassumendo: Steward & Barkeeper's Manual (1869) - SHAKERA John Collins .The Bon Vivant's Companion, 2a edizione (1876) - SHAKERA Tom Collins, SHAKERA Gin Fiz .The Bon Vivant's Companion, 3a edizione (1887) - SHAKERA Tom Collins, MESCOLA(STIR) Gin Fiz.Quindi le fonti sopra indicano che Collinses dovrebbe essere shakerati e Fizzes mescolati(almeno dopo il 1887). Questo è l'opposto della scuola di pensiero dominante al giorno d'oggi che Collinses dovrebbero essere costruiti con tecnica build e Fizzes shake. Quindi i baristi moderni stanno invertendo i metodi di preparazione per le due bevande? Un ragazzo di nome George Sinclair sembra pensarlo. Nel suo saggio, insiste che i baristi moderni hanno invertito i metodi di preparazione per Collinses e Fizzes . Comunque non ha argomenti per sostenere la sua affermazione, a parte il fatto che è così che Jerry Thomas lo ha fatto nelle sue ricette (1887). Sebastian Reaburn, fondatore del 1806 bar di Melbourne, in Australia, suggerisce che la ricetta del gin Giz del 1887 di Jerry Thomas avrebbe potuto essere imprecisa. Descrive nel suo Bar Menu 1806: il Gin Fiz di Jerry Thomas è una bevanda agitata e 'rappresenta lo stile americano piuttosto che una vera differenza nel cocktail stesso'. Ma questo è ancora insufficiente per concludere che il Gin Fiz non avrebbe dovuto essere descritto come una bevanda agitata da Jerry Thomas. David Wondrich - Imbibe! (2007) Wondrich ha scritto un saggio impressionante sull'origine del Collins, e spiega anche la differenza tra Collinses & Fizzes. Collins, essendo un drink più grande di un Fizz, ha bisogno di contenere il ghiaccio nel bicchiere per mantenere la temperatura fredda più a lungo, e avere il ghiaccio nel bicchiere a sua volta elimina la necessità di agitare la bevanda ; la bevanda può essere semplicemente costruita sul ghiaccio direttamente nel bicchiere di servizio . Fizz, d'altra parte, è destinato ad essere bevuto più velocemente, quindi è servito in un bicchiere più piccolo di un Collins. Le più piccole dimensioni della porzione indicano che non è necessario fornire una "batteria" per prolungare il freddo della bevanda, quindi non è necessario ghiaccio nel bicchiere - scuotere la bevanda con ghiaccio e tenderla in un bicchiere pre-raffreddato fornirà sufficiente raffreddamento alla bevanda. David Embury - The Fine Art of Mixing Drinks, 3a edizione (1958) Ricetta Tom Collins: -1 cucchiaio di sciroppo di zucchero - Succo di 1 limone medio -Gin da 3 a 4 once Mescolare insieme nel bicchiere Collins, aggiungere 4 grandi cubetti di ghiaccio, riempire il bicchiere con acqua gassata, mescolare di nuovo brevemente e servire. Embury menziona anche che Collinses dovrebbe essere servito in bicchieri di capacità 14-16 once e Gin Fizz serviti in 8 once. Collins sono costruiti in bicchieri pieni di ghiaccio i Fizz sono shakerati con ghiaccio, quindi serviti in bicchieri pre-raffreddati senza ghiaccio.Collins prevedono uso di soda dalla bottiglia i Fizz Soda da sifone.Collins necessitano solo di breve mescolata dopo aver aggiunto soda i Fizz devono essere shekerati vigorosamente poi aggiungere soda. International Bartender's Association (luglio 2012) Ecco le ricette per le due bevande elencate dall'IBA : John Collins -4.5 cl gin -3 cl Succo di limone fresco -1,5 cl Sciroppo di zucchero -6 cl di acqua di soda Versare tutti gli ingredienti direttamente nel bicchiere highball riempito di ghiaccio. Mescolare delicatamente. Guarnire con fettina di limone e ciliegina al maraschino. Aggiungi un pizzico di bitter Angostura. Gin Fizz : -4.5 cl gin -3 cl Succo di limone fresco -1 cl Sciroppo di zucchero -8 cl di acqua di soda Agitare tutti gli ingredienti con cubetti di ghiaccio, ad eccezione dell'acqua gassata. Versare nel bicchiere. Top con acqua di soda. Guarnire con una fettina di limone. Le ricette dell'IBA concordano con le ricette di David Embury e David Wondrich, ma non quelle di Jerry Thomas. Verdetto? Sembra che nel mondo del bartending moderno, la differenziazione tra Collins e Fizz sia fatta dai metodi di preparazione dei due drink - le moderne ricette concordano sul fatto che Collinses debbano essere costruiti nel bicchiere (build) e Fizzes shakerati. Tuttavia, piuttosto che accettare questo come regola, è più importante capire la logica dietro i due diversi metodi. I Collins sono pensati per essere gustati per un lungo periodo di tempo, quindi il bicchiere deve contenere del ghiaccio per prolungare la temperatura fredda e questo eliminerà la necessità di agitare la bevanda evitando che la bevanda sia troppo diluita. D'altra parte, i Fizzes sono destinati ad essere bevuti non appena vengono serviti, quindi non è necessario il ghiaccio nel bicchiere - lo shakerare dovrebbe fornire adeguata refrigerazione e diluizione alla bevanda prima che venga servita. La restante domanda ora è :perché le ricette moderne contraddicono le prime ricette di Jerry Thomas per Collins e Fizzes ? Jerry Thomas, nel suo testo del 1876, elenca sia Tom Collins che Gin 'Fiz' come bevande shakerate, ma in seguito cambia il Fiz in una bevanda mescolata nella ristampa del 1887. È chiaro che l'attuale mondo del bartending non aderisce alle ricette del professore - da quando e perché è successo? Da quando il Collins è diventato una bevanda costruita nel bicchiere e il Gin Fizz è una bevanda shakerata? Queste sono domande che rimangono senza risposta e richiedono ulteriori indagini.